Presepe euro-atlantico in Vaticano

È il caso di dirlo: non c’è più religione!

Presso il Colonnato di Piazza San Pietro è in corso di svolgimento, a ingresso gratuito, la mostra “100 Presepi in Vaticano” (8 dicembre 2022 – 8 gennaio 2023). Tra le diverse tipologie spicca un presepe che, vicino ai personaggi e agli animali ‘canonici’, vede un carro armato, alcuni militari ed una bandiera ucraina. I due soli bambini presenti e le bandiere raffiguranti la “pace”, pur in linea comunicativa con la ‘guerra psicologica’ euro-atlantica mirante a rafforzare negli spettatori una distorsione alla massima potenza delle cause e degli accadimenti del conflitto in Ucraina, non riescono ad attenuare la portata bellicista imperiale che, forse, mai in passato è ricorsa ad una tale aggressiva pervasività a tutti i livelli. Il presepe di guerra euro-atlantico è solo uno dei tantissimi punti di caduta della guerra sulle coscienze che Stati Uniti e NATO hanno scatenato nel proprio ‘campo interno’, in ‘Occidente’.

Quel presepe ed il luogo stesso della sua esposizione la dicono lunga sull’enorme posta in gioco del conflitto (declino del dominio USA/atlantico e ridefinizione degli assetti geopolitici sul pianeta).

La guerra contro la Russia, costruita dagli USA e dalla NATO nell’ultimo trentennio, con l’accelerazione del colpo di Stato di Euro-Maidan nel febbraio 2014 e l’avvio del suo scatenamento, dal gennaio 2021, con l’amministrazione Biden, è certamente cruciale per il mantenimento del sistema di potere centrato nella sfera anglosassone e particolarmente a Washington con i relativi interessi a tutto campo non solo del Paese centrale di quella sfera (gli USA) ma anche di tutto il suo sistema satellitare di Paesi in scia, in primis quelli della NATO e dell’Unione Europea. Una guerra cruciale ma non decisiva, trattandosi di un bellicismo di avvicinamento, nelle migliori condizioni possibili, a quella di ben più enormi dimensioni contro la Cina.

Ucraina/sul compleanno di Stepan Bandera

Ucraina/ dal colpo di stato di Euromaidan (2014) alla guerra

Ucraina 2014: come fu formato il governo dopo Euro-Maidan

Ucraina: una sintesi dei ‘perché’

La Transnistria come l’Ucraina?

Gas, swift e un pro memoria

Ucraina/ Ripresa del conflitto. Perché.

Ucraina e ‘valori europei’: cronache dall’euroatlantismo reale

Il PD e l’Ucraina: l’antifascismo da spiaggia atlantica

ass.indipendenza.info@gmail.com – info@rivistaindipendenza.org 

Pubblicità

Informazioni su associazioneindipendenza

Rivista patriottica e sovranista italiana impegnata in una battaglia di liberazione sociale dall'egemonia euroatlantica rifacendosi ai valori della Resistenza
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...