Ascarismo atlantico in Niger: quali prospettive e possibili evoluzioni

Agli inizi di ottobre scorso, quattro Berretti verdi statunitensi vengono uccisi nel deserto del Niger. Ufficialmente la Casa Bianca ha propri militari nel Paese per l’addestramento di truppe locali. Cosa ci facevano questi soldati, insieme a militari nigerini, in prossimità del confine con il Mali, dove è avvenuto l’agguato? Trump di recente ha indicato in 645 il numero dei militari USA lì presenti. Un’operazione iniziata sotto l’amministrazione Obama nel 2013. Qual è il senso della loro missione al di là delle attestazioni formali?

Ora, è peregrino pensare che il governo Gentiloni voglia inviare in Niger un contingente italiano come ennesimo atto dovuto del nostro Paese a sostegno dell’alleato/padrone statunitense? Ancora una volta il peloso interventismo in Africa (la spoliazione di risorse in Niger, ad esempio, è cosa nota e c’è tutta una raggiera di conseguenze) non fa che determinare disastri su disastri, tra cui acuire il dramma dell’emigrazione.

La sudditanza e il posizionamento in generale contoterzista sulle questioni essenziali della politica estera dell’Italia pone anche questo ambito come ‘nodo’ cruciale per la liberazione nazionale.

ass.indipendenza.info@gmail.com – info@rivistaindipendenza.org

Informazioni su associazioneindipendenza

Rivista patriottica e sovranista italiana impegnata in una battaglia di liberazione sociale dall'egemonia euroatlantica rifacendosi ai valori della Resistenza
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...