Polonia/ Legge sui media: minacce da USA e UE

Cosa accadrebbe se una tv privata cinese o russa trasmettesse negli Stati Uniti, per di più conducendo una capillare campagna massmediatica contro l’amministrazione di turno alla Casa Bianca? Un’ipotesi inconcepibile! Il problema non si pone proprio, of course! In Polonia sì. USA e UE tuonano contro la “legge bavaglio” sui media, così la definiscono, votata ieri dal Parlamento polacco, primo di altri passaggi dell’iter legislativo.

Una serie di dichiarazioni anche minacciose si stanno susseguendo perché Varsavia faccia marcia indietro.

Il nodo del contendere riguarda la norma che, se approvata in via definitiva, impedirebbe a capitali esteri di controllare una qualsiasi tv privata. Avere una quota di minoranza sì, ma non maggioritaria. Questo obbligherebbe la società statunitense Discovery a vendere la più grande rete televisiva del Paese (Tvn) che, particolarmente attraverso il suo notiziario Tvn 24, critica sovente il partito di maggioranza al governo, il PiS (“Diritto e Giustizia”) di Jaroslaw Kaczynski, reo di non ottemperare pienamente alle direttive d’integrazione europea, in tema di riforma della giustizia (con numerose procedure d’infrazione da parte della Commissione Europea già avviate da anni ed altre in gestazione) e non solo.

Il segretario di Stato USA, Antony Blinken, in una nota, ha minacciato ritorsioni se il controverso disegno di legge andrà a buon fine. Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, il commissario all’economia, Paolo Gentiloni, la vicepresidente della Commissione europea, Vera Jurova, il responsabile UE per la Giustizia, Didier Reynders, hanno tuonato anch’essi “contro l’ennesimo colpo allo stato di diritto”.

Il governo, che sul tema ha dovuto registrare la fuoriuscita di un piccolo partito di centro-destra (PJG), sostiene che la norma, impedendo a società “al di fuori dell’Unione Europea” di detenere partecipazioni superiori al 49% in stazioni radiofoniche e televisive polacche, “punta a proteggere le emittenti da acquisizioni di società con sede in potenze straniere ostili come Cina e Russia”. Una dichiarazione bellissima, significativa per due motivi:

1. Gradita in astratto alle orecchie euroatlantiche si scontra con il fatto che il problema riguarderebbe attualmente solo una società statunitense;

2. la dichiarazione è molto europeista laddove il riferimento è a società ‘fuori’ dallo spazio economico-territoriale della UE.

La strada per l’approvazione della norma è ancora lunga. Vedremo se Varsavia, a fronte di avvertimenti e minacce provenienti da UE e USA, chinerà la testa.

Intanto, anche su questa questione, si sta mettendo molto in evidenza Donald Tusk. Ex primo ministro (per due mandati, dal 2007 al 2014), ex presidente del Consiglio Europeo (dal 2014 al 2019, al secondo mandato contro il parere e l’unico voto contrario del governo di Varsavia), attuale presidente del Partito Popolare Europeo (dal novembre 2019), è tornato in Polonia e ripreso (il 3 luglio) la guida di Piattaforma Civica (Platforma Obywatelska), partito di centro-destra a vocazione europeista, esplicitamente per rovesciare presidenza e governo. Punta alla campagna elettorale per le elezioni del 2023 in vista delle quali intende incoraggiare le propensioni europeiste esistenti nel suo Paese.

13 agosto 2021

L’intervista ad Assad che ha messo in crisi la RAI

Venezuela: per una rassegna contro il canale unico

ass.indipendenza.info@gmail.com *** info@rivistaindipendenza.org

Informazioni su associazioneindipendenza

Rivista patriottica e sovranista italiana impegnata in una battaglia di liberazione sociale dall'egemonia euroatlantica rifacendosi ai valori della Resistenza
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...