De Rossi e il Covid: spunti per alcune riflessioni

Daniele De Rossi, ex capitano giallorosso, componente del gruppo tecnico dell’Italia calcistica che ha vinto gli Europei, è stato intervistato ieri da Sportweek.

Tra gli argomenti, il giornalista gli ha chiesto della sua esperienza allo Spallanzani, quando ha contratto il Covid: «L’ho preso in Bulgaria con la Nazionale. Sono stato subito male con febbre alta, ma l’ho sottovalutato. Avevo letto che alla mia età, 37 anni, al massimo avevi tre giorni di febbre. Invece è stato un crescendo. Ho vissuto tre fasi. La prima, di malessere vero: tosse tutto il giorno e nausea. Spossante. La seconda, della paura. In ospedale allo Spallanzani, dopo aver preso la saturazione che misurava 87 i dottori, che non smetterò mai di ringraziare, hanno cambiato faccia. Sono stato quattro giorni sotto ossigeno. La terza fase è stata quella dell’attesa. Finiti i sintomi, sono rimasto 18 giorni positivo, senza poter uscire». Quindi l’intervistatore: «Impazza la protesta dei no vax: che ne pensi?». Così De Rossi: «Sono vaccinato, mai stato contro. Posso capire l’anziano che ha paura delle reazioni, ma le manifestazioni in piazza di chi parla di complotti e nega il Covid, le ritengo pura follia. Avere intorno gente che ragiona così mi spaventa. Il vaccino è l’unica strada per tornare ad avere una vita normale. Gli obblighi e le imposizioni mi fanno schifo sempre, la democrazia non si tocca, ma la tua libertà di scegliere non può intaccare la mia salute».

De Rossi è l’espressione riflessa, da non banalizzare, della percezione (si rilegga la sua ultima risposta) diffusa dalle argomentazioni di chi, sul virus, ha evocato fantasmagorici complotti e negato l’esistenza del Covid, al più ritenendola poco più di un’influenza.

Ebbene, governo, esperti o presunti tali, la compagnia di giro massmediatica non hanno fatto altro che amplificare quelle argomentazioni. Reiterate per mesi, alla fine hanno sedimentato e reso coloro che le sostenevano funzionali alla narrativa mainstream/governativa.

Un’ultra minoranza chiassosa, ininfluente, incapace di dare risposte se non uscite da individualismo iper liberale o da darwinismo sociale (peraltro speculari all’ideologia governativo-sistemica). Valide critiche alla gestione (fino ad oggi) della pandemia sono state e continuano ad essere oscurate.

Lo sfascio della sanità pubblica e l’assoluta impreparazione (per via anche dei tagli euro-austeritari effettuati), la più che demenziale gestione dell’epidemia emersa da subito, sia con il governo Conte che con quello Draghi, e che si riproporrà con il sopraggiungere di altre pandemie cui si ritiene di rispondere solo con farmaci e vaccini (sperimentali), ebbene, tutto questo è stato ignorato, evitato, eluso.

Si è consentito a queste classi dominanti di rivendicare “Prima la salute!” mentre andavano e andrebbero -loro- incalzati sull’essere progressivi “affossatori” della salute pubblica (si veda anche la “Missione Salute” del Pnrr Draghi-UE). Perché non coinvolgere strati sociali più ampi possibili, collegando quanto sopra alle cause del diffondersi (anche) delle malattie zoonotiche (da animale a uomo), ai disastri socio-ambientali prodotti dal modo di produzione capitalistico e dal suo modello antropologico, alle conseguenze catastrofiche (esempio chiusure di fabbriche con relativi cassaintegrati e licenziati, o svariati comparti del terziario o della piccola-media impresa che hanno peggiorato lo stato di crisi già esistente da molto tempo per il combinato UE-euro, ecc.) che l’Italia, con il suo status coloniale, sta sempre più pagando e soffrendo nel quadro del dominio euro-atlantico?

Su questi terreni di lotta Indipendenza da tempo stringe rapporti e invita a confrontarsi e a convergere nell’azione.

15 agosto 2021

Contro il Green Pass sciopero in fabbrica e fermento nel mondo della scuola


Ernesto Burgio, pandemia/sindemia e Indipendenza

Ernesto Burgio su WSJInternational

Covid 19 e ‘lockdown’: esempio Cuba e un interrogativo

Tesi sulla sanità

Contro il coronavirus, da L’Avana, Mosca, Pechino

Covid-19 e Servizio Sanitario Nazionale

Coronavirus e tagli alla sanità: dentro la pandemia perfetta

Collasso finanziario da coronavirus: è l’Unione Europea!

Pandemia: folgorazione o opportunismo?

Pandemia da Covid-19 e pandemonio euro-unionista

Ovvietà banali nell’era del coronavirus

Covid-19, pandemia euro-unionista e MES: Italia sotto attacco

Coronavirus, tra Unione Europea e regionalismo differenziato

Cultura contadina e cultura sanitaria

Sovranità alimentare, scelte di consumo e organizzazione politica: che fare? Note per un dibattito

Imperia: manifestazione contro la chiusura degli ospedali

Sanità in Calabria e disvelamenti del ‘caso Cotticelli’

Sui posti letto nella sanità italiana dal 1980

Coronavirus: Ernesto Burgio a RadioOndaRossa

Coronavirus, a che punto siamo? Parla Ernesto Burgio

Coronavirus: origini, effetti e conseguenze

Nazione e patria, stella polare di ogni liberazione/rivoluzione

Pandemia: folgorazione o opportunismo?

Pandemia da Covid-19 e pandemonio euro-unionista

Ovvietà banali nell’era del coronavirus

Covid-19, pandemia euro-unionista e MES: Italia sotto attacco

Coronavirus, tra Unione Europea e regionalismo differenziato

ass.indipendenza.info@gmail.com *** info@rivistaindipendenza.org

Informazioni su associazioneindipendenza

Rivista patriottica e sovranista italiana impegnata in una battaglia di liberazione sociale dall'egemonia euroatlantica rifacendosi ai valori della Resistenza
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...