La Corea del Nord come la Libia? È la minaccia degli Stati Uniti

Al tempo parlarono di una rivolta interna, del popolo, contro un dittatore. Per difendere questo popolo da una supposta carneficina messa in atto dal suo supposto dittatore, la NATO e le petromonarchie del Golfo intervennero militarmente in Libia. Sostennero i salafiti-wahabiti del Gruppo islamico combattente libico (Gicl, Al-Jamaa al-Islamiyyah al-Muqatilah bi Libya) affiliato ad al Qaeda, propugnatore di un emirato ed il cui capo, Abdel Hakim Belhadj, dalle autorità atlantiche fu nominato governatore militare di Tripoli, prima del suo trasferimento, con altri miliziani, in Siria.
Così, nel 2011, fu rovesciata la Jamāhīriyya Araba Libica Popolare Socialista e fu assassinato Mu’ammar Gheddafi.

Molti fatti, allora e successivamente, hanno smontato la Grande Narrazione atlantico-wahabita, evidenziando come l’intervento militare fosse stato preparato da tempo ed in assenza di rivolta popolare, e come l’aggressione, d’intesa con figure corrotte della Jamāhīriyya, con alcune tribù libiche e con i settori religiosi salafiti-wahabiti, complessivamente minoranza nel Paese, sia stata ‘costruita’ mediaticamente e messa in atto militarmente.
Oggi, ultimo ma non ultimo riscontro, arriva il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, che ha messo in guardia la Corea del Nord: finirà come la Libia [peraltro Paese allora, ed oggi, non dotato di nucleare, ndr] se il leader Kim Jong-un non farà un accordo sul nucleare con gli Stati Uniti [in conseguenza delle esercitazioni militari congiunte Stati Uniti – Corea del Sud, ritenute minacciose,  Pyongyang ha sospeso i colloqui con il Sud, ndr].
Sempre nell’intervista a Fox, a chi gli ha fatto notare come il parallelo fra i due Paesi potesse essere interpretato come una minaccia, Pence ha risposto: “Sono fatti”.

ass.indipendenza.info@gmail.com *** info@rivistaindipendenza.org

Annunci

Informazioni su associazioneindipendenza

Rivista patriottica e sovranista italiana impegnata in una battaglia di liberazione sociale dall'egemonia euroatlantica rifacendosi ai valori della Resistenza
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...