Il NO al referendum costituzionale nell’analisi di scenario geopolitico

I centri di potere negli States sono concordi nel perpetuare il più a lungo possibile ed estendere la dominanza imperiale su scala globale.
C’è però un conflitto tra frazioni (non da oggi) per via di differenti interessi e orientamenti geostrategici, su cui è intervenuto inatteso il responso elettorale che ha portato Trump alla presidenza sull’onda di un malessere sociale interno agli States che va ben analizzato.

Nient’affatto irrilevante, poi, il mutamento di scenario in divenire in diversi Stati dell’area UE (in queste ore i responsi elettorali nient’affatto filo-NATO e filo-UE in Bulgaria e Moldavia), e in aggiunta il consolidamento del ritorno nelle relazioni internazionali della Russia, che Washington ha cercato di intimidire con la guerra in Ucraina provocata, sostenuta e fatta condurre da oligarchie ‘liberal’ e bande armate neonaziste.
In Siria, Mosca sta giocando un ruolo decisivo contro il tentativo di rovesciamento del governo legittimo di Assad, con la presidenza Obama in cabina di regìa, tentativo finora frustrato dall’intervento dell’asse Mosca-Teheran-Hezbollah che ha prodotto un’incrinatura delle relazioni turco-statunitensi e poi, dopo il golpe di luglio d’ispirazione atlantica, la rottura Erdogan-Obama.

In questo quadro, la vittoria del NO al referendum del 4 dicembre sarebbe un tassello importantissimo ulteriore, come hanno ben colto banche d’affari, agenzie di rating, istituzioni UE, ambasciata USA in Italia e l’uscente Obama schierandosi con il governo Renzi per il SI e minacciando ritorsioni di catastrofi in caso di vittoria del NO.

Altro di significativo è probabile che sia destinato ad accadere per via elettorale, in diversi Stati, dall’Austria alla Francia (e non solo) entro metà del 2017. Una ‘curiosa’ data…

Sovranità, indipendenza, liberazione

Annunci

Informazioni su associazioneindipendenza

Rivista patriottica e sovranista italiana impegnata in una battaglia di liberazione sociale dall'egemonia euroatlantica rifacendosi ai valori della Resistenza
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...